Salviamo(ci) la Grecia...



O tutti o nessuno, queste parole sono la chiave di lettura di quello che sta succedendo in Europa in quanto a economia. Perché?
In questi giorni se ne sentono di tutti i colori su televisioni e giornali, con il risultato che nessuno capisce niente. Oggi cercherò di spiegare nel modo più chiaro e sintetico possibile la situazione, almeno per come la sto capendo.
Partiamo da dati oggettivi, ci sono degli stati come Grecia, Italia, Irlanda, Spagna e Portogallo, che hanno un debito pubblico che li espone al rischio fallimento, quindi per continuare a sopravvivere hanno dovuto (e devono) vendere i titoli di stato ad altri in modo tale da poter continuare a fare politica economica e non andare in default.
Questa tecnica però ha degli inconvenienti, uno dei più gravi è ad esempio la perdita della sovranità nazionale, non sei più padrone del tuo stato, ovviamente economicamente parlando, ma se consideriamo che tutto ruota attorno a questo... Poi mettiamoci anche che si crea un gioco perverso di debiti, perché una volta che hai dei creditori, se fallisci ti tiri anche loro, e quando si parla di stati che comprano il debito di altri la cosa si fa seria, infatti in questo momento è in gioco l'economia dell'intera Europa.
Ora tutto sta a vedere la quantità di debito accumulata dai vari stati e chi l'ha comprata, ad esempio la Grecia, nonostante il rapporto debito/Pil disastroso, ha una quantità minore di debito pubblico rispetto a paesi come l'Italia e la Spagna. Quindi un eventuale fallimento greco sarebbe più tollerabile per l'Europa, mentre se prendiamo l'Italia, questa ha un debito maggiore e di conseguenza un default di peso maggiore. Ovviamente con più debito abbiamo più creditori e una quantità più grande di denaro in gioco, praticamente se fallisse uno stato come il nostro l'Europa sarebbe sotto terra...
Per questo giochetto di debiti ora capite perché non ci possiamo permettere di far fallire qualcuno, Tremonti manda aiuti senza batter ciglio alla Grecia perché la nostra situazione è potenzialmente peggiore della loro, gli altri stati europei più benestanti devono aiutare perché hanno comprato debito pubblico e subirebbero gravi danni da un default. E l'Italia sta facendo qualcosa per evitare tutto questo? La risposta è no, ma approfondiremo in un altro post...
Spero di avervi chiarito un po' le idee, ho semplicemente fatto un ragionamento in base a qualche dato... Non sono un economista, quindi se ho sbagliato qualcosa correggetemi!

Nella mappa in altro troverete il rapporto debito/Pil delle varie nazioni, quelle colorate con colori più scuri sono le più gravi... Indovinate chi c'è tra queste?

Ps: a breve una lista aggiornata con tutti i debiti pubblici più "interessanti"!

0 commenti:

Posta un commento

Regolamento per i commenti nel blog.
Non sono consentiti:
-Commenti contenenti linguaggio offensivo, contenuti razzisti, istigazioni alla violenza e alla delinquenza, messaggi pubblicitari e qualsiasi altro contenuto violante le leggi italiane e della convivenza civile.

Ricordo ad ogni utente che è vietato scrivere lo stesso commento più volte nello stesso post.

Il proprietario del blog è autorizzato a cancellare qualsiasi commento che infranga il precedente regolamento.